3 (60%) 3 votes

L’accumulo di grasso si forma intorno alla pancia, crusca e guar per dimagrire su fianchi e glutei sono i rimedi naturali che attivano l’intestino e permettono di sciogliere quelle antiestetiche rotondità. Con l’aiuto di uno scrub levigante, il ‘salvagente’ sparisce.

I cuscinetti di grasso soprattutto su fianchi e glutei sono, quasi sempre, dovuti alla cattiva abitudine di digiunare tutto il giorno e poi, la sera, ci si lascia andare ad un ghiotto pasto, abbondante e molto condito.

È sbagliato saltare i pasti, a dispetto di quanto si possa pensare, non fa affatto dimagrire.

Se nell’arco della giornata si riesce a controllare la fame, il corpo non sta fermo a guardare ed agisce di conseguenza.

Si organizza per consumare le riserve, trasformando soprattutto il cibo che consumi la sera e che la notte va a depositarsi sottoforma di grasso su fianchi e glutei.

Se soffri di sovrappeso in queste zone, è facile che l’intestino sia irregolare e che i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue siano alti.

Oltre a rispettare i cinque pasti al giorno, ci si può aiutare con crusca, guar, olivello spinoso e tè verde.

L’olivello spinoso è elasticizzante e rassodante, mentre il tè verde contiene polifenoli e caffeina, che favoriscono l’aumento del metabolismo e hanno un’efficace azione bruciagrassi.

Combinandoli si ottiene un olio che si può usare dopo la doccia per massaggiare fianchi e glutei. Si prepara con un cucchiaio di olio di olivello spinoso in cui sciogliere una capsula di estratto in polvere di tè verde.

La crusca è il tegumento che ricopre i semi dei cereali. L’integrazione di crusca di 1-3 cucchiai al giorno durante i pasti, accompagnata da almeno due litri di liquidi, è indicata in caso di stipsi, iperglicemia e grasso situato in particolare su fianchi e glutei.

La crusca provoca un senso di sazietà che impedisce di ingurgitare quantità eccessive di cibo, riduce l’assorbimento di grassi e colesterolo e abbassa la glicemia.

Il guar è una pianta indiana ma è coltivata anche in Pakistan, Cina e Stati Uniti.

La gomma di guar è più conosciuta come farina di guar.

Si assumono dosi da 5 a 7 g prima di ogni pasto per cicli di 15 giorni, sempre con abbondante acqua. Più a lungo viene assunto il guar, maggiore è l’effetto sulla perdita di peso.

Si consiglia comunque di non superare le dosi di assunzione consigliate, per evitare di movimentare troppo l’intestino.

FONTE



Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *