Links

Brufoli sulla schiena: potrebbe essere colpa dell’ammorbidente.

Quando ci ritroviamo i brufoli sulla schiena, diventiamo irascibile proprio per via di un fattore anti-estetico e per via del prurito. Scopriamone le cause.
I brufoli sulla schiena possono essere causate da vari e diversi fattori. Solitamente appaiono per via di una forte produzione di sebo dalle ghiandole sebacee del nostro corpo.
Infatti il sebo in eccesso, opprime i follicoli piliferi e causa così la comparsa dei brufoli. Si manifestano durante la fase adolescenziale, gravidanza o come sfogo per via dello stress. Può essere dovuta anche per una predisposizione genetica o problemi ormonali.
La comparsa di brufoli sulla schiena nel periodo estivo, è causata semplicemente dalla sudorazione e dall’esposizione a lungo termine, ai raggi di sole. Compaiono anche per via del cloro quando si frequenta la piscina o per via di prodotti aggressivi quando si fa spesso la doccia.
I brufoli sulla schiena possono comparire anche a causa dei capi che indossiamo. Se lavati con determinati prodotti liquidi, come l’ammorbidente o vari detersivi, potremmo avere una reazione allergica.
Sostituite l’ammorbidente con una soluzione di acido citrico con l’acqua. Lavate i vostri capi come magliette a contatto con la schiena o le lenzuola con questa soluzione.
Altre cause son dovute anche per via dei cosmetici che usiamo o per via di una alimentazione sbagliata.
Per eliminare la comparsa di brufoli sulla schiena, esistono vari rimedi come l’uso del gel aloe vera. Ha un’azione purificante e lenitiva, idratante la pelle. È ideale usare tale gel anche nel periodo estivo.
È possibile aumentare la sua efficacia, aggiungendo delle gocce di olio essenziale come tea tree, basilico, lavanda, eucalipto, estratto di agrumi che hanno un’azione antibatterica e astringente. 
È possibile detergere la schiena con i brufoli anche sotto la doccia, usando un detergente neutro con base tensioattiva vegetale o sapone di Marsiglia. Non strofinare più del dovuto la schiena o con la spazzola,potrebbe aumentare l’infiammazione.
Fare una volta a settimana un bagno con il sale grosso. Riempite la vasca da bagno con acqua e mezzo chilo di sale grosso.  Rimanete immersi per 20 minuti circa e risciacquate velocemente.
FONTE

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close