Vota questo articolo

La prevenzione, lo sappiamo, è la migliore alleata della nostra salute.
Parlando di prevenzione dei tumori, in diversi casi è pressoche’ impossibile seguire un iter preciso, ma riguardo al seno le cose sono diverse.

Non possiamo impedirne lo sviluppo, ma accorgersi tempestivamente se qualcosa non funziona, questo sì.

La prima cosa da imparare, è l’autopalpazione.
Se eventualmente si percepisce qualcosa, bisogna procedere immediatamente con un controllo medico.

Seguiamo questi 5 consigli!

1- Controllarsi dopo ogni ciclo mestruale

Il periodo successivo al ciclo mestruale, è migliore per fare un controllo. Procedere alzando le braccia e palpare sino all’ascella. Se si sentono piccole masse, fare un salto dal medico!

2- Sapere cosa si deve avvertire

Occorre sapere riconoscere i segnali che meritano di essere controllati piu approfonditamente. Spesso piccole cisti, o leggere infezioni che formano una protuberanza, non significano nulla.

Una massa da controllare è spesso dura, dolorosa quando la si preme, e solitamente, può comparire in prossimità delle ascelle.

3- Controllare la pelle del seno

Una volta terminata la palpazione, alcuni consigli che riguardano la pelle del vostro seno.

Pelle squamata, rugosa, rossa e gonfia, asimmetrie evidenti tra i due seni, sono altrettanti segnali da confrontare con il proprio medico.

Un altro segnale è quando si nota il seno gonfio per un periodo prolungato.

4- Controllare i capezzoli

Nella fase di controllo, nel momento in cui si ispezionano i capezzoli, ecco alcuni punti da tenere presenti:

rossore, prurito, durezza, fuoriuscita di fluidi.

5- Controllo medico

Se qualcosa non vi convince, o se la preoccupazione vi impedisce di essere tranquille, chiedere un controllo è sempre la strada consigliata.

Imparare a conoscersi è sempre importante, chiedere l’aiuto del medico, lo è altrettanto.
Insieme si previene meglio!

Condividete, è importante !

FONTE