Questo bimbo ha attraversato l’oceano per combattere la sua malattia. STORIA COMMOVENTE

0
319

James Sellers, padre inglese di 37 anni, ha deciso di rendere pubblico quanto sta succedendo al figlio.

Fino ai sette anni dei suoi gemelli, Logan e Francheska, la vita della loro famiglia scorreva tranquilla. Una notte, di quell’anno, Logan ha iniziato ad avvertire un fastidio all’occhio.

Non sembrava niente di particolare, fino a quando l’occhio del bambino non è uscito fuori dall’orbita.

Sono corsi in ospedale dove i medici hanno stabilito che l’occhio si era mosso a causa di un tumore. La diagnosi era terribile: Logan aveva una forma rara di cancro, chiamatarabdomiosarcoma, che in genere colpisce i bambini.

James ricorda che il figlio si svegliava nel cuore della notte, “sudato, urlante e in lacrime, apparentemente senza alcuna ragione” e stava spesso male. In genere quando vengono trattate storie di bambini malati, succede spesso che vengano descritti come altruisti e angelici, diciamo che questo non è il caso.

Ma vivere nella paura costante e nel dolore è stancante per un adulto, figurarsi per un bambino. Il cancro di Logan aveva avuto un impatto anche sul suo umore, non aveva voglia di mangiare, bere e persino giocare. Faceva fatica a capire come mai si sentisse sempre così male e questo lo frustrava e lo rendeva molto aggressivo nei confronti del padre. E non c’era molto che James potesse fare per lui, se non provare in tutti i modi a dargli conforto.

Facendo delle ricerche, la famiglia è venuta a conoscenza di un trattamento negli Stati Uniti. I Sellers si sono quindi trasferiti in Tennessee, il che ha permesso a tutti di ricominciare con nuova energia.

Ma James aveva ancora tante preoccupazioni: “Anche se ci divertivamo durante il giorno grazie alle attività che organizzavo, ogni sera non potevo fare a meno di pensare se la cura avrebbe funzionato, e se il mio piccolino sarebbe mai tornato a stare bene. Mi sarei svegliato una notte e avrei scoperto che non ce l’aveva fatta e ci aveva lasciato?”.

Non c’era niente di peggio che affrontare tutte queste difficoltà da solo, così James ha capito che aveva bisogno di aiuto. Inoltre, aveva necessità di raccontare quello che stava succedendo a Logan. Ha quindi creato una pagina Facebook dove poteva pubblicare foto di quello che il figlio stava vivendo e ha iniziato una campagna di raccolta fondi su GoFundMe. La risposta è stata molto generosa, sono già stati raccolti quasi 5.000 €! Inoltre, aver condiviso la storia ha portato alla famiglia anche della parole di incoraggiamento e conforto.

James ha avuto anche il coraggio di pubblicare foto di Logan in cui si vede quanto il piccolo stia soffrendo.

I genitori che hanno figli gravemente malati affrontano delle situazioni molto pesanti: “È importante capire cosa succeda all’intera famiglia. A volte non so cosa fare, ma mi rifiuto di mostrare quello che provo in quei momenti ai miei gemelli, devo rimanere forte. La mia vita sono Logan e Francheska e fino a quando non saranno felici e in salute non mi fermerò, devo farlo per loro”.

Come non augurare a Logan e all’intera famiglia Sellers che la situazioni si risolva? Speriamo che in Tennessee il piccolo riceva le cure giuste e che un giorno possa anche apprezzare quanto il padre sta facendo per lui. Adesso, è chiaro, il bambino ha bisogno solo di amore, attenzioni e trattamenti medici.

FONTE

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO