Vota questo articolo

Un noto medico pare abbia sostenuto che è possibile combattere il cancro con l’alimentazione assumendo dei cibi che possono farci abbassare l’infiammazione e la glicemia.

A sostenerlo è il dottor Franco Berrino un noto medico epidemiologo nonché ex direttore del dipartimento di medicina preventiva e predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Lo stesso ha più volte sostenuto che per prevenire il tumore è importante seguire una determinata alimentazione e dunque la prima prevenzione parte proprio dalla tavola.

A sostenere la tesi del dottor Berrino ci sono tanti altri studi e ricerche scientifiche che dovrebbero essere attuate dalla stragrande maggioranza di persone perché pare abbiano in realtà una base di verità.

Il dottor Berrino spiega che a determinare la crescita delle cellule tumorali sono le infiammazioni, che si presentano come una difesa del nostro organismo; quando ad esempio ci infiliamo una spina in un dito, in soccorso arrivano le cellule dell’infiammazione che si mangiano i microbi e aiutano ad espellere questa spina, producendo delle sostanze che si chiamano citochine infiammatorie che permettono all’infiammazione di ripararsi giorno dopo giorno e di guarire  nel giro di una settimana. Si tratta di una grande capacità rigenerativa del nostro organismo che però purtroppo non si attiva nel caso in cui si presenta un tumore.

Il tumore viene paragonato ad una ferita che non può guarire perché più si cerca di farla guarire, più invece se ne stimola la crescita per questo motivo bisogna tenere basse le infiammazioni nel sangue.

Ma come si fa effettivamente a tenere bassa l’infiammazione?

Secondo quanto riferito dal dottor Berrino la prima cosa da fare è tenere bassa la glicemia, ovvero i livelli di zucchero nel sangue in quanto se la glicemia è alta, lo zucchero e le proteine del plasma si legano le nostre macromolecole è causa di alcuni prodotti che si chiamano age, ovvero dei prodotti avanzati della glicazione delle proteine che non fanno altro che attivare i segni dell’infiammazione.

Altro modo per tenere bassa l’infiammazione è cercare di seguire un’alimentazione sana, evitando i cibi di provenienza animale che sono tra l’altro molto ricchi di acido arachidonico,  che pare stimoli la comparsa di infiammazioni.

Quindi la prima cosa da fare è ridurre la carne ma non il pesce, che è un’ importante fonte di omega 3.

Parlando sempre di alimentazione, il dottor Berrino consiglia di aggiungere nella nostra vita quotidiana alcuni cibi che hanno una potente azione antinfiammatoria, tra questi citiamo sicuramente i cereali integrali e il riso integrale.

Ascolta l’intervista del Dottor Berrino:

REDAZIONE



Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *